Impianti di climatizzazione ad aria

Negozio Camomilla Outlet Village Occhiobello

Gli impianti di climatizzazione ad aria sono prevalentemente utilizzati per grandi ambienti come attività commerciali, industriali e terziario (uffici), anche se negli ultimi anni sono tornati in auge per il civile, ho detto tornati perché negli anni 70 era diffuso anche nel civile.

Una delle principali prerogative degli impianti ad aria è la bassa inerzia quindi l’alta velocità di raggiungimento delle temperature di comfort degli ambienti.

I sistemi per riscaldare e raffrescare l’aria sono diversi e spesso gli stessi che si usano per l’acqua come le caldaie e pompe di calore, oppure dedicati come generatori a scambio diretto e roof-top.

I sistemi di distribuzione dell’aria negli ambienti possono essere locali, come con ventilconvettori, o remoto, cioè convogliato verso gli ambienti con canalizzazioni e opportune griglie/bocchette di distribuzione.

I sistemi di distribuzione canalizzati sono di diverse tipologie, dalla lamiera zincata e Piral (pannelli sandwich di poliuretano e alluminio) eseguiti prevalentemente per essere occultati in controsoffitti o intercapedini a sistemi a vista come acciaio inox o colorato, stoffa e rame, tipologie che si integrano esteticamente e diventano motivi di arredo (questo prevalentemente per ambienti commerciali, ristoranti, discoteche).

Negli edifici di ultima generazione energeticamente molto efficienti sono tornati a far capolino gli impianti ad aria abbinati a pompe di calore, ovviamente questa tipologia di impianto per il civile deve essere ben progettato e la casa deve essere veramente prestazionale (casa clima gold, casa a consumo quasi 0, casa passiva). A questo punto, l’impianto funziona poche ore al giorno alla minima velocità.